Come convertire file da pdf a jpg e in excel

Molte possono essere le occasioni in cui è richiesto di convertire file da pdf a jpg, ecco perché risulta ormai indispensabile avere a portata di mano un convertitore come Tabex che permette di trasformare in poche mosse le estensioni di alcuni file. Vediamo come.

Da Pdf a immagini: ecco il vantaggio di usare Tabex

Lavorare o editare file d’immagini jpg o inserire delle tabelle excel all’interno di un progetto più amplio è diventata una prassi, ecco perché è diventato importante saper usare determinati programmi che servono per progettare, elaborare documenti, importare e utilizzare immagini e tabelle, dati e grafici che vengono salvati in formati diversi. A volte però è molto più pratico creare un unico documento che inglobi i vari file e uno dei formati più usati e adatti a far ciò è sicuramente il pdf, in cui è possibile sia inserire grafici che tabelle e immagini. Sebbene il formato pdf sia molto comodo da usare, a volte è necessario dover convertire file da pdf a jpg e ciò può mandare in crisi chi non è molto pratico del pc. Per ovviare al possibile panico, oggi c’è Tabex, un pratico programma convertitore di file che riesce in brevissimo tempo a creare da u documento pdf sia immagini in formato jpg che tabelle di Excel. Tabex infatti, permette di salvare il pdf in almeno due formati differenti: si tratta di un’operazione che, grazie all’utilizzo di questo software specifico per le conversioni di documenti, riesce in modo perfetto, perché il documento risultante dalla trasformazione presenta le stesse caratteristiche stilistiche del documento originario. Le caratteristiche che rendono Tabex uno tra i convertitori più affidabili sono:

  • Fedeltà all’originale
  • Velocità di esecuzione
  • Compatibilità con i sistemi operativi
  • Facilità di utilizzo

Ecco come convertire i file pdf in jpg

Poiché i documenti in formato pdf sono molto usati per salvare tabelle e grafici, è possibile che un collega di lavoro vi invii un documento pdf che contiene una tabella da dover adoperare per un progetto lavorativo che sarebbe preferibile avere salvato direttamente in Excel. Riversare una tabella da pdf a excel non è un’operazione semplice: convertire file da PDF in Excel è complicato perché è difficile riuscire a mantenere intatta la struttura del file originario. Capita spesso di ottenere file non formattati correttamente o per cui risultano delle informazioni mancanti, per questo è preferibile usare un servizio di conversione come Tabex che svolge in poco tempo un buon lavoro di conversione dei file. Per usare correttamente Tabex non è necessario scaricare alcun software sul proprio computer: per utilizzare Tabex basta collegarsi alla sua pagina iniziale, quindi bisogna trascinare il file che si intende convertire nella finestra del browser e fare attenzione che sia selezionato il formato corretto in cui si desidera convertire il file originale, e pigiare sull’opposito pulsante per avviare prima l’anteprima del risultato e poi il salvataggio del documento convertito. Com’è possibile intuire, Tabex è estremamente facile e comodo da usare in qualsiasi momento per convertire file da pdf in jpg e in excel.

Viaggi: che passione!

Se siete appena tornati da una vacanza memorabile sicuramente riprendere la routine del quotidiano non sarà semplice.
I viaggi sono quei momenti che ci permettono di staccare da tutto ciò che abitualmente sono le nostre giornate.
Lasciare le nostre case per visitare culture diverse, climi differenti e cibi lontani da ciò che assaporiamo ogni giorno sulle nostre tavole.
Viaggiare è ciò che di più bello ci possa essere, ci avvicina a persone e luoghi che desideriamo visitare e ci immerge in abitudini spesso completamente lontane dal nostro fare giornaliero.
Il lavoro e le commissioni varie riempiono le nostre giornate così da assorbirci del tutto; un viaggio è quello che ci serve spesso per ripartire da zero.
Staccare la spina per un pò di giorni ci aiuta nella successiva ripresa, ci permette di essere più operativi, vigili e con maggiori risultati a lavoro.
Ci sarà sicuramente capitato di guardarci allo specchio prima di partire per un viaggio e al ritorno di quest’ultimo; sicuramente la nostra immagine riflessa nello specchio sarà più distesa e rilassata e i nostri occhi altrettanto pieni di carica ma allo stesso tempo di tranquillità.
Ebbene sì, viaggiare ci dimostra come sia salutare per noi e successivamente per chi ci sta intorno amici o colleghi di lavoro.

Fotografie da viaggio

Quando ci si trova presso una città sconosciuta certamente una delle cose che si fa è quella di scattare innumerevoli fotografie.
Immortalare paesaggi, persone, opere d’arte, cibi, folklore, un sorriso, una distesa deserta, un fiume, il mare, ma cosa ancora più importante fotografare noi stessi nei luoghi visitati.
Le fotografie non sono altro che l’istantanea di un ricordo, bloccare un’immagine in una foto significa immetterla in un circuito della memoria che passerà alla storia come momento significante carico di emozioni.
Spesso non riflettiamo su quanto sia importante circondarci di immagini di ciò che abbiamo visto, vissuto, sentito, assaporato; tutto ciò non solo è parte di noi ma ha costruito quello che siamo.
Il tempo, le esperienze, gli accadimenti della nostra vita ci formano, ci cambiano e spesso una foto è lì pronta a dimostrarlo, a sottolinearci il passare del tempo, a ricordarci delle esperienze trascorse.
La fotografia è l’emblema di quanto ci caratterizza e ci appartiene e muta nel corso del tempo.

Fotografia: tra stampa e digitale

Il mondo della fotografia ha subito negli anni mutamenti nella forma con successivo cambiamento di senso e significato.
Certamente quando si usavano i vecchi rullini e la stampa digitale non aveva ancora visto la sua fortuna, scattare fotografie non era assolutamente paragonabile al mondo in cui viviamo adesso.
Il senso del fotografare era per certi versi più accurato e attento ma allo stesso tempo dava meno importanza a tutta una vastità di momenti del nostro viaggio che invece avremmo voluto e dovuto immortalare per dare un volto pieno a quei giorni di vacanza.
I particolari sono certamente quelli che con la stampa digitale sono stati maggiormente esaltati; ci si può sbizzarrire con gli scatti, le angolazioni, gli effetti e tutta una serie di filtri che trasformano una semplice fotografia in una vera e propria opera d’arte.
Ma ormai stampare è diventato semplice ed economico.
Provate i servizi di Cewe per sviluppare le fotografie del vostro matrimonio, della vacanza con le amiche, di quel momento particolare da immortalare per sempre.
I servizi di Cewe vi permetteranno di trasformare un semplice scatto in un capolavoro da esporre in casa attraverso gli innumerevoli materiali sui quali stampare: alluminio, forex, cartone, plexiglas, stampa su tela.
Le foto possono essere organizzate secondo un personale gusto, singole o poster, con effetto mosaico o primi piani.
Le stampe potranno essere realizzate su qualsiasi oggetto, anche su borse, maglie e altri oggetti da poter personalizzare.

In questo tutorial potrai imparare come aggiungere, modificare e posizionare facilmente le tue foto in un Fotolibro CEWE.
Link:

Che cos’è il roaming?

Che cos’è il roaming internazionale

Ritorniamo proprio su questo punto. Spesso avrete sentito nominare la definizione di “roaming internazionale”, ma siete sicuri di sapere di che cosa si tratta esattamente? La parola roaming, dall’inglese, significa letteralmente “vagare”, “vagabondare” e se pensate a come le singole reti mobili seguono i propri clienti ovunque si trovino nel mondo non farete fatica a comprendere il concetto.

Il proprio operatore telefonico fornisce la copertura al cliente anche oltre i confini di competenza e questo avviene grazie a particolari accordi tra partner. Questo passaggio di dati e di traffico, però, ha un suo costo ed è per questo motivo che il roaming internazionale ha un costo maggiore. Detto questo, il roaming può essere in entrata e in uscita.

Roaming in uscita e roaming in entrata

Il roaming in uscita è quello classico ed è quello che riguarda le chiamate che inoltriamo quando siamo all’estero con il nostro telefono. Il roaming in entrata riguarda invece le chiamate ricevute dall’Italia. In questo caso, le telefonate sono pagate non solo da chi le effettua ma anche da chi le riceve in base alla tratta di distanza. È bene dire, però, che questo aspetto è facilmente aggirabile optando per una delle tante tariffe che la maggior parte dei gestori telefonici nazionali consentono di attivare per pochi quando siamo all’estero.

Roaming e commissione europea

Ed è proprio questo l’aspetto su cui la Commissione Europea si è espressa, nel tentativo di regolare le tariffe per avvantaggiare i consumatori con un’Eurotariffa valida su tutto il territorio europeo per tutti. Già nel 2014 le nuove tariffe sono state regolamentate, mentre lo scorso anno è stato raggiunto l’accordo per abolire i costi roaming entro il 2017. Prima di questo passaggio, però, a partire dal 1 maggio 2016 è entrata in vigore una nuova riduzione dei costi. Ecco allora quali sono le novità in merito.

Per quel che riguarda il traffico Internet, che proviene sia da smartphone, sia da tablet, si passa da 20 cent a MB a 5 centesimi a MB, iva esclusa. Per le chiamate, invece, il costo in uscita passa da 19 cent al minuto a 5 cent al minuto, mentre per le chiamate in entrata si passa dal 5 a 1,4 centesimi al minuto. Infine, il costo degli sms si abbassa da 6 a 2 cent.

Comparando i costi ne emerge un effettivo vantaggio per tutti i cittadini comunitari, con un risparmio che supera il 50%. Dal 15 giugno del 2017 i costi verranno del tutto abbattuti e non esisterà più la differenza del prezzo che esiste per il roaming in Europa.

Un’altra valutazione senza dubbio positiva è quella che riguarda un tetto massimo per tutto il traffico, pari a 50 euro, oltre il quale il gestore bloccherebbe qualsiasi altro addebito. In questo modo si eviterebbero bollette stratosferiche e credito che collassa più o meno all’insaputa dei consumatori, come spesso in passato è successo. I costi del roaming sono validi sono per i paesi dell’euro zona, quindi è sempre bene fare preventivamente i conti in base al paese in cui si vuole viaggiare.

Cosa offrono gli operatori nazionali

Arrivati a questo punto, è bene fare il punto della situazione su quello che i vari operatori nazionali offrono ai propri clienti come alternativa all’Eurotariffa, che ovviamente non è obbligatorio usare. Analizziamo nello specifico le offerte Vodafone, Tim, Wind e Tre.

Vodafone per i suoi clienti offre Vodafone Smart Passport, una tariffa che potete attivare nel momento in cui arrivate in un paese estero e che è valida fino al ritorno a casa. L’offerta costa 3 euro al giorno e comprende al giorno:

  • 25 minuti in entrata
  • 25 minuti in uscita
  • 50 sms
  • 50 MB per navigare in Internet a velocità ridotta

Tim, invece, mette a disposizione TIM in Viaggio Pass, una promozione che si può attivare per 10 giorni al costo di 10 euro e che comprende:

  • 500 minuti di chiamate
  • 500 sms
  • 1 GB per Internet in 4G

Se siete clienti Wind avrete invece a disposizione, al costo di 2 euro al giorno:

  • 15 minuti di chiamate in uscita
  • 15 minuti di chiamate in entrata
  • 15 sms
  • 50 MB di Internet

Infine, per i clienti 3 è disponibile 3 Easy Tariff, una promozione che, in sostituzione a quella vecchia, consente di continuare a utilizzare la propria tariffa a patto che si viaggi verso questi paesi:

  • Austria
  • Danimarca
  • Gran Bretagna
  • Irlanda
  • Svezia

Se invece si viaggia in tutti gli altri paesi, le tariffe sono le seguenti:

  • 23,18 cent al minuto per le chiamate in uscita (con scatto di 30 secondi)
  • 6,10 cent al minuto per le chiamate in entrate (con scatto di 30 secondi)
  • 7,32 cent per gli sms
  • 24,40 cent/ MB per la connessione Internet

Infine, ricordate che tutte le nuove disposizioni in merito alle tariffe roaming si applicano esclusivamente ai paesi membri dell’Unione Europa:

Web agency a Napoli: il SEO di qualità

I nostri tempi moderni ci hanno consentito di utilizzare e sfruttare delle risorse che i nostri antenati non avrebbero nemmeno immaginato. La tecnologia ci ha fornito degli strumenti che ci permettono di migliorarci sempre di più. Abbiamo imparato, negli ultimi decenni, che internet è una grande risorsa e può dare delle grandi opportunità. Google, ad esempio, il motore di ricerca più utilizzato di tutti permette di sponsorizzare meglio la propria pagina web grazie a degli strumenti particolari. Si chiama ottimizzazione di un sito e riguarda delle impostazioni e delle azioni che è possibile compiere e che mettono in collegamento sito web e motore di ricerca. Grazie a delle parole chiave e grazie all’utilizzo di questi strumenti, il vostro sito guadagnerà un posizionamento migliore su Google e di conseguenza verrà consultato da molti utenti. L’ottimizzazione non è semplice e fa parte di un’attività più grande, chiamata web marketing, che comprende varie tecniche di attività come il SEO, che consente ad un sito di essere facilmente reperibile.

Come si fa ad ottenere un posizionamento migliore su Google?

Generalmente questi compiti spettano a delle agenzie di web marketing, che si occuperanno del posizionamento del sito, quindi della sua ottimizzazione e di tutte le attività che è possibile fare. Spesso le agenzie si occupano anche della creazione del sito, della sua cura, del web marketing e così via. Come nel caso di Talento web agency, web agency di Napoli che si occupa non solo di tutti i servizi indispensabili per un buon posizionamento web, ma anche della creazione del sito, del suo aggiornamento costante, delle varie tecniche che permetteranno al vostro sito di essere più conosciuto e più cliccato, attraverso la ricerca su Google. Il posizionamento di un sito web, per intenderci, si ottiene attraverso l’ottimizzazione di alcune azioni che è possibile fare su un sito o attraverso delle sponsorizzazioni a pagamento chiamate pay per click. L’ottimizzazione di un sito, perché sia efficace, deve essere costante e proprio per questo spesso i professionisti o chiunque abbia l’interesse a far conoscere la sua pagina web si affida a delle agenzie che si occupano di tutto il necessario al riguardo.

Cura e manutenzione del sito web: scegliere una web agency a Napoli

Per avere un’idea precisa sui servizi che vengono offerti da Talento web agency, vi consigliamo di consultare il sito www.talentowebagency.com e chiedere un preventivo gratuito per il vostro sito web, mettendovi direttamente in contatto con l’agenzia tramite numero di telefono o e-mail, che troverete all’interno del sito. L’agenzia poi si occuperà del vostro sito e della “manutenzione” che questo richiederà. È un lavoro che deve essere costante e che vi garantirà un successo assicurato del vostro sito web. Sono piccoli accorgimenti, ma necessari per farvi conoscere attraverso questo strumento incredibile ed innovativo che è il web.