Viaggi: che passione!

Se siete appena tornati da una vacanza memorabile sicuramente riprendere la routine del quotidiano non sarà semplice.
I viaggi sono quei momenti che ci permettono di staccare da tutto ciò che abitualmente sono le nostre giornate.
Lasciare le nostre case per visitare culture diverse, climi differenti e cibi lontani da ciò che assaporiamo ogni giorno sulle nostre tavole.
Viaggiare è ciò che di più bello ci possa essere, ci avvicina a persone e luoghi che desideriamo visitare e ci immerge in abitudini spesso completamente lontane dal nostro fare giornaliero.
Il lavoro e le commissioni varie riempiono le nostre giornate così da assorbirci del tutto; un viaggio è quello che ci serve spesso per ripartire da zero.
Staccare la spina per un pò di giorni ci aiuta nella successiva ripresa, ci permette di essere più operativi, vigili e con maggiori risultati a lavoro.
Ci sarà sicuramente capitato di guardarci allo specchio prima di partire per un viaggio e al ritorno di quest’ultimo; sicuramente la nostra immagine riflessa nello specchio sarà più distesa e rilassata e i nostri occhi altrettanto pieni di carica ma allo stesso tempo di tranquillità.
Ebbene sì, viaggiare ci dimostra come sia salutare per noi e successivamente per chi ci sta intorno amici o colleghi di lavoro.

Fotografie da viaggio

Quando ci si trova presso una città sconosciuta certamente una delle cose che si fa è quella di scattare innumerevoli fotografie.
Immortalare paesaggi, persone, opere d’arte, cibi, folklore, un sorriso, una distesa deserta, un fiume, il mare, ma cosa ancora più importante fotografare noi stessi nei luoghi visitati.
Le fotografie non sono altro che l’istantanea di un ricordo, bloccare un’immagine in una foto significa immetterla in un circuito della memoria che passerà alla storia come momento significante carico di emozioni.
Spesso non riflettiamo su quanto sia importante circondarci di immagini di ciò che abbiamo visto, vissuto, sentito, assaporato; tutto ciò non solo è parte di noi ma ha costruito quello che siamo.
Il tempo, le esperienze, gli accadimenti della nostra vita ci formano, ci cambiano e spesso una foto è lì pronta a dimostrarlo, a sottolinearci il passare del tempo, a ricordarci delle esperienze trascorse.
La fotografia è l’emblema di quanto ci caratterizza e ci appartiene e muta nel corso del tempo.

Fotografia: tra stampa e digitale

Il mondo della fotografia ha subito negli anni mutamenti nella forma con successivo cambiamento di senso e significato.
Certamente quando si usavano i vecchi rullini e la stampa digitale non aveva ancora visto la sua fortuna, scattare fotografie non era assolutamente paragonabile al mondo in cui viviamo adesso.
Il senso del fotografare era per certi versi più accurato e attento ma allo stesso tempo dava meno importanza a tutta una vastità di momenti del nostro viaggio che invece avremmo voluto e dovuto immortalare per dare un volto pieno a quei giorni di vacanza.
I particolari sono certamente quelli che con la stampa digitale sono stati maggiormente esaltati; ci si può sbizzarrire con gli scatti, le angolazioni, gli effetti e tutta una serie di filtri che trasformano una semplice fotografia in una vera e propria opera d’arte.
Ma ormai stampare è diventato semplice ed economico.
Provate i servizi di Cewe per sviluppare le fotografie del vostro matrimonio, della vacanza con le amiche, di quel momento particolare da immortalare per sempre.
I servizi di Cewe vi permetteranno di trasformare un semplice scatto in un capolavoro da esporre in casa attraverso gli innumerevoli materiali sui quali stampare: alluminio, forex, cartone, plexiglas, stampa su tela.
Le foto possono essere organizzate secondo un personale gusto, singole o poster, con effetto mosaico o primi piani.
Le stampe potranno essere realizzate su qualsiasi oggetto, anche su borse, maglie e altri oggetti da poter personalizzare.

In questo tutorial potrai imparare come aggiungere, modificare e posizionare facilmente le tue foto in un Fotolibro CEWE.
Link:

Che cos’è il roaming?

Che cos’è il roaming internazionale

Ritorniamo proprio su questo punto. Spesso avrete sentito nominare la definizione di “roaming internazionale”, ma siete sicuri di sapere di che cosa si tratta esattamente? La parola roaming, dall’inglese, significa letteralmente “vagare”, “vagabondare” e se pensate a come le singole reti mobili seguono i propri clienti ovunque si trovino nel mondo non farete fatica a comprendere il concetto.

Il proprio operatore telefonico fornisce la copertura al cliente anche oltre i confini di competenza e questo avviene grazie a particolari accordi tra partner. Questo passaggio di dati e di traffico, però, ha un suo costo ed è per questo motivo che il roaming internazionale ha un costo maggiore. Detto questo, il roaming può essere in entrata e in uscita.

Roaming in uscita e roaming in entrata

Il roaming in uscita è quello classico ed è quello che riguarda le chiamate che inoltriamo quando siamo all’estero con il nostro telefono. Il roaming in entrata riguarda invece le chiamate ricevute dall’Italia. In questo caso, le telefonate sono pagate non solo da chi le effettua ma anche da chi le riceve in base alla tratta di distanza. È bene dire, però, che questo aspetto è facilmente aggirabile optando per una delle tante tariffe che la maggior parte dei gestori telefonici nazionali consentono di attivare per pochi quando siamo all’estero.

Roaming e commissione europea

Ed è proprio questo l’aspetto su cui la Commissione Europea si è espressa, nel tentativo di regolare le tariffe per avvantaggiare i consumatori con un’Eurotariffa valida su tutto il territorio europeo per tutti. Già nel 2014 le nuove tariffe sono state regolamentate, mentre lo scorso anno è stato raggiunto l’accordo per abolire i costi roaming entro il 2017. Prima di questo passaggio, però, a partire dal 1 maggio 2016 è entrata in vigore una nuova riduzione dei costi. Ecco allora quali sono le novità in merito.

Per quel che riguarda il traffico Internet, che proviene sia da smartphone, sia da tablet, si passa da 20 cent a MB a 5 centesimi a MB, iva esclusa. Per le chiamate, invece, il costo in uscita passa da 19 cent al minuto a 5 cent al minuto, mentre per le chiamate in entrata si passa dal 5 a 1,4 centesimi al minuto. Infine, il costo degli sms si abbassa da 6 a 2 cent.

Comparando i costi ne emerge un effettivo vantaggio per tutti i cittadini comunitari, con un risparmio che supera il 50%. Dal 15 giugno del 2017 i costi verranno del tutto abbattuti e non esisterà più la differenza del prezzo che esiste per il roaming in Europa.

Un’altra valutazione senza dubbio positiva è quella che riguarda un tetto massimo per tutto il traffico, pari a 50 euro, oltre il quale il gestore bloccherebbe qualsiasi altro addebito. In questo modo si eviterebbero bollette stratosferiche e credito che collassa più o meno all’insaputa dei consumatori, come spesso in passato è successo. I costi del roaming sono validi sono per i paesi dell’euro zona, quindi è sempre bene fare preventivamente i conti in base al paese in cui si vuole viaggiare.

Cosa offrono gli operatori nazionali

Arrivati a questo punto, è bene fare il punto della situazione su quello che i vari operatori nazionali offrono ai propri clienti come alternativa all’Eurotariffa, che ovviamente non è obbligatorio usare. Analizziamo nello specifico le offerte Vodafone, Tim, Wind e Tre.

Vodafone per i suoi clienti offre Vodafone Smart Passport, una tariffa che potete attivare nel momento in cui arrivate in un paese estero e che è valida fino al ritorno a casa. L’offerta costa 3 euro al giorno e comprende al giorno:

  • 25 minuti in entrata
  • 25 minuti in uscita
  • 50 sms
  • 50 MB per navigare in Internet a velocità ridotta

Tim, invece, mette a disposizione TIM in Viaggio Pass, una promozione che si può attivare per 10 giorni al costo di 10 euro e che comprende:

  • 500 minuti di chiamate
  • 500 sms
  • 1 GB per Internet in 4G

Se siete clienti Wind avrete invece a disposizione, al costo di 2 euro al giorno:

  • 15 minuti di chiamate in uscita
  • 15 minuti di chiamate in entrata
  • 15 sms
  • 50 MB di Internet

Infine, per i clienti 3 è disponibile 3 Easy Tariff, una promozione che, in sostituzione a quella vecchia, consente di continuare a utilizzare la propria tariffa a patto che si viaggi verso questi paesi:

  • Austria
  • Danimarca
  • Gran Bretagna
  • Irlanda
  • Svezia

Se invece si viaggia in tutti gli altri paesi, le tariffe sono le seguenti:

  • 23,18 cent al minuto per le chiamate in uscita (con scatto di 30 secondi)
  • 6,10 cent al minuto per le chiamate in entrate (con scatto di 30 secondi)
  • 7,32 cent per gli sms
  • 24,40 cent/ MB per la connessione Internet

Infine, ricordate che tutte le nuove disposizioni in merito alle tariffe roaming si applicano esclusivamente ai paesi membri dell’Unione Europa:

Web agency a Napoli: il SEO di qualità

I nostri tempi moderni ci hanno consentito di utilizzare e sfruttare delle risorse che i nostri antenati non avrebbero nemmeno immaginato. La tecnologia ci ha fornito degli strumenti che ci permettono di migliorarci sempre di più. Abbiamo imparato, negli ultimi decenni, che internet è una grande risorsa e può dare delle grandi opportunità. Google, ad esempio, il motore di ricerca più utilizzato di tutti permette di sponsorizzare meglio la propria pagina web grazie a degli strumenti particolari. Si chiama ottimizzazione di un sito e riguarda delle impostazioni e delle azioni che è possibile compiere e che mettono in collegamento sito web e motore di ricerca. Grazie a delle parole chiave e grazie all’utilizzo di questi strumenti, il vostro sito guadagnerà un posizionamento migliore su Google e di conseguenza verrà consultato da molti utenti. L’ottimizzazione non è semplice e fa parte di un’attività più grande, chiamata web marketing, che comprende varie tecniche di attività come il SEO, che consente ad un sito di essere facilmente reperibile.

Come si fa ad ottenere un posizionamento migliore su Google?

Generalmente questi compiti spettano a delle agenzie di web marketing, che si occuperanno del posizionamento del sito, quindi della sua ottimizzazione e di tutte le attività che è possibile fare. Spesso le agenzie si occupano anche della creazione del sito, della sua cura, del web marketing e così via. Come nel caso di Talento web agency, web agency di Napoli che si occupa non solo di tutti i servizi indispensabili per un buon posizionamento web, ma anche della creazione del sito, del suo aggiornamento costante, delle varie tecniche che permetteranno al vostro sito di essere più conosciuto e più cliccato, attraverso la ricerca su Google. Il posizionamento di un sito web, per intenderci, si ottiene attraverso l’ottimizzazione di alcune azioni che è possibile fare su un sito o attraverso delle sponsorizzazioni a pagamento chiamate pay per click. L’ottimizzazione di un sito, perché sia efficace, deve essere costante e proprio per questo spesso i professionisti o chiunque abbia l’interesse a far conoscere la sua pagina web si affida a delle agenzie che si occupano di tutto il necessario al riguardo.

Cura e manutenzione del sito web: scegliere una web agency a Napoli

Per avere un’idea precisa sui servizi che vengono offerti da Talento web agency, vi consigliamo di consultare il sito www.talentowebagency.com e chiedere un preventivo gratuito per il vostro sito web, mettendovi direttamente in contatto con l’agenzia tramite numero di telefono o e-mail, che troverete all’interno del sito. L’agenzia poi si occuperà del vostro sito e della “manutenzione” che questo richiederà. È un lavoro che deve essere costante e che vi garantirà un successo assicurato del vostro sito web. Sono piccoli accorgimenti, ma necessari per farvi conoscere attraverso questo strumento incredibile ed innovativo che è il web.

Giochi per bimbi: ecco come crescerli sani

giochi per bimbiIl momento ludico è uno dei momenti più importanti nella vita di un bambino, perché lo aiuta a sviluppare le abilità motorie, intellettive, linguistiche, sociali. Il gioco incoraggia i bambini ad essere più curiosi, spingendolo a coltivare l’apprendimento attraverso le cose che gli piace sperimentare. Oltre a stimolarlo, permettendogli di sviluppare le sue capacità cognitive, il gioco migliora anche il suo sviluppo sociale e interagire con gli altri bambini può stimolare a sua volta la sua capacità di comunicazione, per imparare a stare con gli altri senza nessuna forzatura o costrizione. L’attività ludica è molto più che un momento di divertimento. È un momento di apprendimento ed è molto importante per uno sviluppo corretto delle abilità del bambino. Il gioco è da sempre la palestra che consente al bimbo di allenarsi alla vita, crescendo ed imparando il modo sereno.

Lo sviluppo delle passioni

Per la grandissima importanza, spesso sottovalutata, che riveste il gioco nella vita di un bimbo, consigliamo ai genitori di stimolarlo ed incoraggiarlo sempre. È bene che la famiglia stia molto attenta a selezionare i giochi per bimbi giusti, che possano essere interessanti anche per il bambino. Non dimenticate però di assecondare sempre le naturali inclinazioni del vostro bambino e scegliete il gioco in base a quello che gli piace di più. È un altro modo per sostenerlo nella delicata fase della crescita. Lo sviluppo di una grande passione può iniziare anche da molto piccoli. Accade spesso e in questi casi vuol dire che il bambino è stato incoraggiato e invogliato a fare quello che più gli piaceva. Un giorno vi ringrazierà sinceramente.

I giochi per bimbi a casa vostra in un click

Prediligete sempre i giochi per bimbi di ottima fattura, perché è importante che il bambino non venga a contatto con materiali scadenti o con giochi che possono rompersi o frantumarsi causando danni seri. Per scegliere solo i migliori giochi, delle migliori marche e che stimolino al 100% il vostro bambino, vi suggeriamo il nuovo shop online www.ilmondodeigiochi.com che seleziona i migliori giochi per bimbi sul mercato, proponendoveli in diverse sezioni. Starà a voi scegliere quello che vi sembra più adatto al vostro bambino, considerando anche il carattere del piccolo e le sue inclinazioni. Ci sono giochi per bimbo e bimba, per neonati e per bimbi più cresciuti. Dalle bambole alle macchine elettriche, ai giochi interattivi che possono essere molto interessanti per lo sviluppo cognitivo del vostro bambino. Ma attenzione sempre a selezionare sempre il gioco giusto. Grazie allo shop online Il Mondo dei Giochi, finalmente potrete selezionare quello che più vi piace e farlo arrivare direttamente a casa vostra, senza scomodarvi dal divano ed evitando di lasciare incustodito il vostro piccolo. Un aiuto per le mamme ed i papà a tempo pieno e senza pagare i costi di spedizione!

L’importanza dell’autostima dei bambini

L'importanza dell'autostima nei bambini
La fase dell’infanzia è molto importante ed è essenziale per lo sviluppo e la maturazione dell’individuo adulto. Ci sono frasi o piccole azioni, anche sguardi, che possono sembrare insignificanti e banali, ma che invece possono assumere una rilevanza sostanziale. Ci sono frasi che i genitori pronunciano anche giornalmente, che possono influenzare in maniera involontaria il bambino e possono reprimere la loro natura o influenzarli durante la loro vita di adulti. Le parole possono esercitare un potere emotivo fortissimo e possono far attribuire ai bambini etichette che non corrispondono a verità e che potrebbero influenzarlo per tutto il resto della sua vita.

Frasi da non pronunciare

Le frasi incriminate, che potrebbero essere pronunciate anche senza riflettere dai genitori potrebbero essere: “ma sei scemo?!”; “se non stai buono, arriva il lupo/l’uomo nero”; “non fare il piagnucolone, i bambini forti non piangono”. Si, se ci sforzassimo tutti potremmo trovare qualche frase umiliante pronunciata dai nostri genitori e potremmo pensare che non siamo stati affatto influenzati, dato che continuiamo a condurre una vita normale. Ma forse la nostra autostima sarebbe stata migliore e forse in alcune circostanze avremmo agito diversamente, cambiando la direzione della nostra vita. Altre frasi che potrebbero influenzare negativamente il bambino, potrebbero essere:

  • Non vedi tuo fratello come mangia composto” o “non vedi tua sorella com’è ordinata” o “fai come tuo fratello, non vedi com’è studioso”. L’effetto di queste frasi potrebbero essere devastanti, poiché il bambino potrebbe pensare che il fratellino o la sorellina siano migliori di lui e che siano anche più apprezzati di lui da mamma e papà. Potrebbe sentirsi inferiore ed umiliato. I paragoni sono assolutamente da evitare. Bisognerebbe invece aiutarli a scoprire le loro inclinazioni ed i loro talenti.
  • Non ti meriti nulla”. Anche in questo caso, si tratta di una brutta frase da non dire assolutamente al bambino, poiché potrebbe generare pessimismo e sconforto e causare problemi di autostima giganteschi.
  • Anche “Cosa credi di fare?” potrebbe far crescere nel bambino una sensazione di disfattismo e potrebbe impedirgli di valutare e credere nelle sue potenzialità. Potrebbe perdere la fiducia in se stesso e non riuscire a fare ciò che ritiene giusto per sé stesso, pensando di essere sbagliato.
  • Sei proprio una peste o sei un disastro!” In questo caso, il bambino potrebbe pensare di essere inadeguato, non considerato e potrebbe vagliare l’eventualità di fare chiasso, come un modo per farsi considerare da mamma e papà.
  • È timido, non riesce ad aprirsi e socializzare con gli altri” o “sta sempre da solo”. Sentendo pronunciare una delle due frasi il bambino potrebbe pensare di avere dei problemi, che non riesce a stare con gli altri perché non è normale.

Come comportarsi

Utilizzare un tono di voce diverso può rendere la comunicazione più amorevole e questo può fare la differenza. Prima di dire qualcosa, bisogna sempre soppesare le parole, che sui bambini possono avere effetti dirompenti. Quindi è opportuno per un genitore, fermarsi un attimo a riflettere prima di rimproverare il bambino utilizzando una di queste frasi o qualcosa di simile, poiché potrebbe plasmare la personalità del proprio figlio in maniera aggressiva o insensibile.

Come scegliere i passeggini leggeri

passeggini leggeriQuando si è in attesa di un bimbo sorgono molti dubbi in merito agli accessori da acquistare e da utilizzare. Uno di questi dubbi riguarda anche la scelta dei passeggini. Il mercato di questi prodotti, ormai, è ricco di tante alternative. I genitori hanno soltanto l’imbarazzo della scelta. Essi devono decidere quale potrebbe essere il migliore passeggino sia per loro stessi ma soprattutto per il loro bambino. Una scelta che dipende, ovviamente, anche dalle abitudini di vita e, dunque, da cosa si fa durante l’arco della giornata, dai mezzi che si utilizzano per andare in giro e tanto altro ancora.
I passeggini leggeri continuano ad attrarre molte persone. Si tratta di passeggini  che si rivela molto comodi, specie nei primi giorni e mesi di vita del bambino. La scelta va fatta con molta attenzione. Se si acquistano passeggini leggeri di buon livello, in grado di soddisfare sia i genitori che il bambino, allora si potranno vivere con maggiore serenità passeggiate ed altre uscite, anche se non mancheranno comunque i momenti in cui i vostri figli preferiranno stare in braccio piuttosto che nel passeggino.

Quali caratteristiche bisogna valutare?

Nel momento in cui si decide di acquistare un passeggino leggero è fondamentale fare attenzione ad alcuni fattori importanti. Il primo è senza dubbio il peso. Se si va alla ricerca di un passeggino leggero è abbastanza scontato (lo dice stesso il termine) che chi compra è interessato ad un prodotto dal peso abbastanza limitato in modo tale da poterlo spostare facilmente da un luogo all’altro, senza che ci sia bisogno di sostenere uno sforzo fisico elevatissimo. I passeggini leggeri di solito hanno un peso che si aggira sui 6/7 kg anche se non mancano passeggini leggermente più pesanti o dal peso di poco inferiore ai valori sopra indicati.

Bisogna, inoltre, verificare se il passeggino leggero sia reclinabile oppure no. Nel caso in cui lo sia, è necessario controllare se può essere reclinato totalmente. Infatti, un passeggino leggero che può essere totalmente reclinato aiuta il bambino a dormire meglio.

La presenza della capottina è da considerare ugualmente importante alle altre caratteristiche menzionate sino ad ora. Si tratta di un elemento veramente rilevante, soprattutto per quelle famiglie che vivono in zone molto fredde o, comunque, dove piove spesso. Ricordiamo che la capottina può servire anche nel periodo estivo, quando le temperature diventano molto alte. La capottina, dunque, assicura una protezione di un certo prestigio per il piccolino.

Inutile nasconderci. Qualunque prodotto si acquisti è fondamentale guardare al prezzo. E’ anche giusto che sia così. Non tutti hanno le stesse disponibilità economiche ma questo non significa che bisogna rinunciare ad acquistare un prodotto così importante per vostro figlio. Non a caso, in commercio si trovano passeggini leggeri in grado di venire incontro alle esigenze di tutti. E’ possibile trovare anche passeggini leggeri al di sotto dei 100 euro. In questo caso, è probabile che gli accessori in dotazione siano minimi. Nella fascia di prezzo 100-200 euro ci sono altri prodotti interessanti e di buona qualità. Ovvio che più sale il prezzo più si ha l’opportunità di acquistare prodotti dalla qualità e dalla durata assicurata.

Volendo, dunque, fare una sintesi di quanto affermato finora dobbiamo dire che gli elementi più importanti cui bisogna guardare quando si acquista un passeggino leggero sono:

  • Peso
  • Possibilità di reclinare il prodotto
  • Presenza della capottina
  • Prezzo

Come effettuare la scelta

Poco fa abbiamo visto quali sono le caratteristiche importanti di un passeggino leggero. Ora vediamo come queste caratteristiche possono aiutare gli utenti nella scelta del passeggino leggero per i loro bambini. Ad esempio, il fatto che il passeggino sia reclinabile si rivela molto utile soprattutto per i genitori che vogliono utilizzare il passeggino sin dalle prime fase di vita del bambino e per parecchio tempo. In tal caso, il passeggino leggero reclinabile permette al bambino di riposare senza particolari problemi. Basterà, infatti, abbassare lo schienale e il piccolino non verrà disturbato durante il suo riposo.

Nel caso in cui i genitori abbiano intenzione di cominciare ad utilizzare il passeggino leggero dopo i primi sei mesi di vita del bambino allora è sufficiente che lo schienale sia reclinabile. Inoltre, è importante fare attenzione alle cinture di sicurezza. Questi dispositivi vanno assolutamente utilizzati in qualunque momento, in modo da evitare qualsiasi possibile rischio. La sicurezza e l’incolumità del bambino vengono sempre al primo posto.